Fine della conversazione in chat

lunedì 10 dicembre 2012

Se potessi rivivere

"Se io potessi vivere un'altra volta la mia vita 
nella prossima cercherei di fare più errori.

Mi rilasserei di più, farei esercizi di riscaldamento
Correrei più rischi, 
farei più viaggi, 
guarderei più tramonti, 
salirei più montagne, 
nuoterei più fiumi, 
andrei in posti dove mai sono andata, 
mangerei più gelati e meno fave, 
avrei più problemi reali e meno immaginari. 
Io sono stata una di quelle persone che ha vissuto sensatamente 
e precisamente ogni minuto della sua vita; 
certo che ho avuto momenti di gioia 
ma se potessi tornare indietro cercherei di avere soltanto buoni momenti. 
Nel caso non lo sappiate, di quello è fatta la vita, 
solo di momenti, non ti perdere l'oggi. 
Se potessi vivere di nuovo comincerei ad andare scalza all'inizio della primavera 
e continuerei così fino alla fine dell'autunno.

Vorrei andare più spesso a ballare. 
Farei più giri di giostra, 
guarderei più albe e giocherei di più con i bambini. "  Nadine Stair


"Istanti"é un poema attribuito per anni erroneamente a J. L.Borges.
È stato in realtá pubblicato per la prima volta dal Rider´s Digest nel 1953, con il titolo." Se potessi cogliere più margherite"
L' autore era un fumettista americano, Don Herold
Questa la versione inglese attribuita ad una certa Nadine Stair, 85 anni.
Comunque sia, mi é piaciuta subito.
Siamo ancora in tempo!!!

3 commenti:

  1. Porsi di fronte alla vita con questa consapevolezza può andare bene in ogni fase della vita. Se potessi far mio questo atteggiamento verso la vita...

    RispondiElimina
  2. è piaciuta anche a me...
    monica c.

    RispondiElimina

Ad