Fine della conversazione in chat

mercoledì 12 settembre 2012

Impariamo ad ascoltare

"Prima di non essere d'accordo

Prova ad ascoltare un po' di più"

É un brano tratto da una canzone di Irene Grandi: " Prima di partire per un lungo viaggio"
Adoro questa canzone.
Se ascoltata bene, si scopre di avere molti punti in comune col testo.
Perché il viaggio qui é inteso anche come cammino interiore.
Ascoltare...non vuol dire sentire !
A questo proposito voglio farvi leggere una mia pagina , una riflessione di qualche anno fa.

Milazzo, estate 1995.

Ero distesa in riva al mare, l´acqua cristallina mi lambiva le gambe, dandomi un piacevole refrigerio in quel pomeriggio di agosto assolato.
Accanto a me due libri, che sfogliavo alternativamente : "Oceano mare "di Barrico, 
e "Dell´amore e di altri demoni", di Marquez.

Per quanto mi concentrassi, non riuscivo a seguire il filo della trama, ma servivano comunque ad innalzare una barriera tra me e la persona poco distante da me.

Fu cosí che , involontariamente, mi ritrovai a giocherellare con dei sassi.

Li ripassavo tra le dita, erano bollenti.

Alcuni tondeggianti, altri piatti, comunque perfettamente levigati dallo scorrere 
dell´acqua e degli anni....da dove arrivavano?

" Si puo´sapere che cosa stai facendo? "
Una voce irritata mi distolse dai miei pensieri.

" Sto ascoltando i sassi! " risposi quasi sottovoce.
" Che cavolo di risposta é questa. L´ennesima delle tue baggianate?"

In quel momento ebbi l´ulteriore conferma che quella sarebbe stata l´ultima vacanza che avremmo trascorso insieme .
In realtà io ed il mio ex marito non abbiamo mai comunicato : io non ho mai veramente parlato con lui, e lui non mi ha mai ascoltato.

Nel dialogare , credo che il saper ascoltare , costituisca un buon 80 % dell´intera comunicazione.
 Contando il fatto che un dialogo é fatto anche di silenzi, di linguaggio del corpo, chi ascolta veramente dovrebbe essere in grado di leggere fra le righe ed interpretare
certi dati.

Saper ascoltare é porsi in ascolto, lasciando lo spazio all´altro.

Se ci guardiamo attorno, ci rendiamo conto di quanta solitudine affligge l´uomo,
cosí desideroso e bisognoso di una parola gentile, affettuosa.

Cerchiamo talmente un contatto con un nostro simile da esserne spaventato.

Un esempio é il classico tragitto tra sconosciuti in ascensore. Silenzio di tomba.
In tram poi non se ne parla. Sembra che tutti abbiano qualcosa di urgente da comunicare al cellulare.

Eppure talvolta é proprio con gli sconosciuti che riusciamo a comunicare meglio.

Forse perché non dobbiamo dimostrare niente, o non ci sentiamo sotto esame.

Talvolta é in una camera di ospedale che trovi il tuo migliore ascoltatore o interlocutore, perché c´é un filo conduttore che
unisce , un unico linguaggio: la sofferenza.

In certi momenti della nostra vita si ha il disperato bisogno di parlare con
 qualcuno, con la certezza che quel qualcuno ti stia ascoltando anche con il cuore.
Quindi, il consiglio di oggi , é di esercitarsi a relazionarsi con gli altri.
per primo con gli estranei.

Per esempio in ascensore potremmo uscircene con un squillante e brillante:" Buongiorno".

Nella saletta di attesa di uno studio Medico, perennemente in ritardo sulla scaletta, potremmo rivolgerci al nostro vicino, ed esordire con uno stupidissimo :"il modo migliore per trascorrere una giornata", e restare ad osservare la reazione.

Ultima prova, scegliere una panchina nel parco ed aspettare il primo malcapitato
che si sederà a sua volta.

Scommetto che, con un po´ di allenamento troverete un argomento che risveglierà 
l´interesse del vostro interlocutore.
Vi lascio ora, dedicandovi tutto il testo della canzone citata all´inizio.
E se vi viene voglia, leggetela ed ascoltatela bene.

"Prima di partire per un lungo viaggio
Devi portare con te la voglia di non tornare più
Prima di non essere sincera
Pensa che ti tradisci solo tu

Prima di partire per un lungo viaggio
Porta con te la voglia di non tornare più
Prima di non essere d'accordo
Prova ad ascoltare un po' di più

Prima di non essere da sola
Prova a pensare se stai bene tu
Prima di pretendere qualcosa
Prova a pensare a quello che… dai tu

Non è facile però
È tutto qui
Non è facile però
È tutto qui

Prima di partire per un lungo viaggio
Porta con te la voglia di adattarti
Prima di pretendere l'orgasmo
Prova solo ad amarti

Prima di non essere sincera
Pensa che ti tradisci solo tu
Prima di pretendere qualcosa
Prova a pensare a quello che… dai tu

Non è facile però
È tutto qui
Non è facile però
È tutto qui

Non è facile però
È tutto qui"

Nessun commento:

Posta un commento